SCHEDA DATI DI SICUREZZA - Cloudinary

3y ago
37 Views
2 Downloads
467.80 KB
16 Pages
Last View : 4d ago
Last Download : 5m ago
Upload by : Aydin Oneil
Transcription

Conforme al Regolamento CE 1907/2006 (REACH), Allegato II e Regolamento CE 2015/830 ItaliaData di edizione/ Data direvisioneData dell'edizione precedenteVersione:09.11.2018::14.03.20173.0SCHEDA DATI DI SICUREZZAYaraBela SULFANSEZIONE 1: identificazione della sostanza/miscela e dellasocietà/impresa1.1 Identificatore del prodottoNome prodottoCodice ProdottoTipo di Prodotto:::YaraBela SULFANPA213Gsolido (Granulato )1.2 Usi identificati pertinenti della sostanza o della miscela e usi sconsigliatiUsi identificatiDistribuzione industriale.Uso industriale per formulazione di preparati chimici.Formulazione professionale di prodotti fertilizzanti.Uso professionale come fertilizzante nell'azienda agricola - carico e distribuzione in campo.Uso professionale come fertilizzante nelle serre.Uso professionale come fertilizzante liquido in campo aperto (per es. fertirrigazione).Uso professionale come fertilizzante - manutenzione delle apparecchiature.Usi da evitare:Nessun elemento identificato.1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezzaYara Italia SpAIndirizzoViaCodice di Avviamento PostaleCitta'PaeseNumero di telefonoFax no.Indirizzo e-mail della personaresponsabile della scheda datidi sicurezza:::::::Via Benigno Crespi 5720159MilanoItalia 39 02 754 161 39 02 754 16 201Info.italia@yara.com1.4 Numero telefonico di emergenzaData di edizione : 09.11.2018Pagina:1/16

YaraBela SULFANOrganismo ufficiale di consultazione nazionale/Centro antiveleniNome: Centro Antiveleni Azienda Ospedaliera Niguarda Ca'Granda tel. 02-66101029 24 ore su 24FornitoreNumero di telefonoOrario di operatività:: 39 02 75416333(24h)SEZIONE 2: identificazione dei pericoli2.1 Classificazione della sostanza o della miscela.Definizione del prodotto: MiscelaClassificazione secondo Regolamento CE No.1272/2008 [CLP/GHS]Classificazione:Non classificato.Questo prodotto non è classificato come pericoloso a norma del Regolamento (CE) 1272/2008 esuccessive modifiche.2.2 Elementi dell'etichettaAvvertenza:Nessuna avvertenza.Indicazioni di pericolo:Non applicabile.Generali:Non applicabile.Elementi supplementaridell'etichetta:Scheda dati di sicurezza disponibile su richiesta.Regolamento EU (EC) No.1907/2006 (REACH) AllegatoXVII - Restrizioni in materia difabbricazione, immissione sulmercato e uso di talunesostanze, preparati e articolipericolosi:Applicabile, punto 58, 65.Consigli di prudenzaObblighi speciali riguardanti l'imballaggioRecipienti che devono esseremuniti di chiusura di sicurezzaper bambiniAvvertimento tattile di pericolo:Non applicabile.:Non applicabile.:Il prodotto forma una superficie scivolosa se combinatocon acqua.2.3 Altri pericoliAltri pericoli non menzionatinella classificazioneSEZIONE 3: composizione/informazioni sugli ingredienti3.2 MisceleData di edizione : 09.11.2018:MiscelaPagina:2/16

YaraBela SULFANNome delprodotto/ingredientenitrato di 7-8Numero CAS :6484-52-2 65 70Regolamento (CE) n. 1272/2008[CLP]Ox. Sol. 3, H272Eye Irrit. 2, H319Tipo[1]Tipo[1] Sostanza classificata con un pericolo fisico, sanitario o ambientale[2] Sostanza per cui sussistono limiti all'esposizione sul luogo di lavoro[3] La sostanza risponde ai criteri per la classificazione PBT a norma del regolamento (CE) n.1907/2006, Allegato XIII[4] La sostanza risponde ai criteri per la classificazione vPvB a norma del regolamento (CE) n.1907/2006, Allegato XIII[5] Sostanza con grado di problematicità equivalenteVedere la sezione 16 per i testi integrali delle indicazioni di pericolo summenzionate.Non sono presenti ingredienti addizionali che, nelle conoscenze attuali del fornitore e nelleconcentrazoni applicabili, siano classificati come pericolosi per la salute o per l'ambiente, rispondanoai criteri PBT o vPvB oppure siano considerati come sostanze con grado di problematicità equivalenteo sostanze alle quali sia stato assegnato un limite di esposizione professionale e che debbano quindiessere riportati in questa sezione.I limiti di esposizione occupazionale, se conosciuti, sono elencati in sezione 8.SEZIONE 4: misure di primo soccorso4.1 Descrizione delle misure di primo soccorsoContatto con gli occhi:Sciacquare con abbondante acqua corrente. Verificare lapresenza di lenti a contatto e in tal caso, rimuoverle. Consultareun medico in caso di irritazione.Inalazione:Se inalato, portarsi all'aria aperta. In caso di inalazione diprodotti decomposti in un incendio, i sintomi possono essereritardati. In caso di malessere, consultare un medico. È possibileche si debba tenere la persona esposta sotto controllo medicoper 48 ore.Contatto con la pelle:Lavare con acqua e sapone. Consultare un medico se sisviluppa un'irritazione.Ingestione:Sciacquare la bocca con acqua. In caso di ingestione delmateriale, se la persona esposta è cosciente, darle da bereacqua in piccole quantità. Non indurre il vomito se non indicatodal personale medico. Chiedere assistenza medica se gli effettinocivi alla salute persistono o sono molto gravi.Protezione dei soccorritori:Non dovrà essere intrapresa alcuna azione che implichi qualsiasirischio personale o senza l'addestramento appropriato.4.2 Principali sintomi ed effetti, sia acuti che ritardatiSegnali/Sintomi di sovraesposizioneData di edizione : 09.11.2018Pagina:3/16

YaraBela SULFANContatto con gli occhi:Nessun dato specifico.Inalazione:Nessun dato specifico.Contatto con la pelle:Nessun dato specifico.Ingestione:Nessun dato specifico.4.3 Indicazione dell'eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e ditrattamenti specialiNote per il medico:Trattare in modo sintomatico. Nel caso i cui siano ingerite oinalate grandi quantità, contattare immediatamente un centroantiveleni. In caso di inalazione di prodotti decomposti in unincendio, i sintomi possono essere ritardati. È possibile che sidebba tenere la persona esposta sotto controllo medico per 48ore.Trattamenti specifici:Nessun trattamento specifico.SEZIONE 5: misure antincendio5.1 Mezzi di estinzioneMezzi di estinzione idonei:Estinguere con grandi quantità d'acqua.Mezzi di estinzione non idonei:Non usare estintori chimici o schiume o tentare di spegnere lefiamme con vapore o sabbia.5.2 Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscelaPericoli derivanti dallasostanza o dalla miscela:Nessun pericolo specifico di incendio o esplosione.Prodotti di combustionepericolosi:I prodotti della decomposizione possono comprendere imateriali seguenti:ossidi di azotoossidi di zolfoossido/ossidi metalliciammoniacaEvitare di respirare polveri, vapori o esalazioni deimateriali in combustione.In caso di inalazione di prodotti decomposti in un incendio,i sintomi possono essere ritardati.5.3 Raccomandazioni per gli addetti all'estinzione degli incendiSpeciali azioni di protezioneper vigili del fuoco:Isolare prontamente l'area allontanando tutte le persone dallazona dell'incidente in caso di incendio. Non dovrà essereintrapresa alcuna azione che implichi qualsiasi rischiopersonale o senza l'addestramento appropriato.Speciali mezzi protettivi per ilpersonale antincendio:I pompieri devono indossare equipaggiamento protettivo edun autorespiratore (SCBA) con maschera a pieno facciale sulviso operante a pressione positiva. Gli indumenti per addettiall'estinzione degli incendi (compreso caschi, stivali protettivi eguanti) conformi alla norma europea EN 469 assicurerannoData di edizione : 09.11.2018Pagina:4/16

YaraBela SULFANuna protezione di livello base per gli incidenti chimici.SEZIONE 6: misure in caso di rilascio accidentale6.1 Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenzaPer chi non intervienedirettamente:Non dovrà essere intrapresa alcuna azione che implichiqualsiasi rischio personale o senza l'addestramentoappropriato. Evacuare le aree circostanti. Impedire l'entrata dipersonale estraneo e non protetto. Non toccare o camminaresul materiale versato. Prevedere una ventilazione adeguata.Indossare un apposito respiratore in caso di ventilazioneinadeguata. Indossare dispositivi di protezione adeguati(vedere Sezione 8).Per chi interviene direttamente:Se la gestione della fuoriuscita richiede l'uso di indumentispeciali, tenere presente ogni informazione nella Sezione 8relativa a materiali idonei e non idonei. Vedere anche leinformazioni contenute in "Per gli operatori dei servizi di nonemergenza".6.2 Precauzioni ambientali:Evitare la dispersione ed il deflusso di materialeeventualmente sversato ed il contatto con terreno, corsid'acqua, scarichi e fogne. Informare le autorità pertinenti se ilprodotto ha causato un inquinamento ambientale (fogne, corsid'acqua, terra o aria).6.3 Metodi e materiali per il contenimento e per la bonificaPiccola fuoriuscita:Spostare i contenitori dall'area del versamento. Aspirare oraccogliere il materiale e collocare in un contenitore per rifiutidebitamente etichettato. Smaltire tramite azienda autorizzataallo smaltimento dei rifiuti.Versamento grande:Spostare i contenitori dall'area del versamento. Prevenire lafuoriuscita in sistemi fognari, corsi d'acqua, basamenti o zonecircoscritte. Aspirare o raccogliere il materiale e collocare inun contenitore per rifiuti debitamente etichettato. Smaltiretramite azienda autorizzata allo smaltimento dei rifiuti.6.4 Riferimento ad altresezioni:Per i numeri telefonici di emergenza, vedere la Sezione 1.Vedere la Sezione 8 per informazioni sugli opportunidispositivi di protezione individuale.Per ulteriori informazioni sul trattamento dei rifiuti, fareriferimento alla Sezione 13.SEZIONE 7: manipolazione e immagazzinamentoLe informazioni contenute in questa sezione contengono indicazioni e avvertenze generali. Consultarel'elenco degli Usi identificati nella Sezione 1 per informazioni specifiche disponibili fornite nelloscenario o negli scenari di esposizione.7.1 Precauzioni per la manipolazione sicuraNon destinato a persone o animali.Data di edizione : 09.11.2018Pagina:5/16

YaraBela SULFANMisure protettive:Indossare dispositivi di protezione adeguati (vedere Sezione8).Avvertenze sulle prassigenerali di igiene del lavoro:E' vietato mangiare, bere e fumare nelle aree in cui ilmateriale viene manipolato, conservato o trattato. Le personeche utilizzano il prodotto devono lavarsi mani e viso prima dimangiare, bere e fumare. Togliere gli indumenti contaminati ei dispositivi di protezione prima di accedere alle zone adibite arefettorio. Vedere anche la Sezione 8 per ulteriori informazionisulle misure di igiene.7.2 Condizioni per lo stoccaggio sicuro, comprese eventuali incompatibilitàAvvertenze:Conservare secondo la normativa locale. Conservare nelcontenitore originale protetto dalla luce solare diretta inun'area asciutta, fresca e ben ventilata, lontano da altrimateriali incompatibili (vedere la Sezione 10) e da cibi ebevande.Tenere il contenitore serrato e sigillato fino almomento dell'uso.I contenitori aperti devono essereaccuratamente risigillati e mantenuti dritti per evitarefuoriuscite accidentali del prodotto. Non conservare incontenitori senza etichetta.Prevedere sistemi di contenimento adeguati per evitarel'inquinamento ambientale.Tenere lontano da: materialeorganico, olio e grasso.:Non disponibile.7.3 Usi finali particolariAvvertenzeSEZIONE 8: controllo dell'esposizione/protezioneindividualeLe informazioni contenute in questa sezione contengono indicazioni e avvertenze generali. Leinformazioni fornite si riferiscono ai tipici impieghi previsti per il prodotto. Potrebbero essere necessarieulteriori misure per il trattamento alla rinfusa o altri impieghi che potrebbero far aumentaresignificativamente l'esposizione degli addetti o le emissioni nell'ambiente.8.1 Parametri di controlloLimiti di esposizione occupazionaleNota:Nessun valore del limite di esposizione noto.Procedure di monitoraggioconsigliate:Se questo prodotto contiene ingredienti con limiti di esposizione,potrebbe essere richiesto il monitoraggio personale,dell'atmosfera nell'ambiente di lavoro e biologico perdeterminare l'efficacia della ventilazione o di altre misure dicontrollo e/o la necessità di usare dispositivi di protezionerespiratoria.Fare riferimento alle norme di monitoraggio, come ad esempioalle seguenti:Norma europea EN 689 (Atmosfera nell'ambiente di lavoro Guida alla valutazione dell'esposizione per inalazione acomposti chimici ai fini del confronto con i valori limite estrategia di misurazione)Norma europea EN 14042 (Atmosfere nell'ambiente di lavoro Guida all'applicazione e all'utilizzo di procedimenti per laData di edizione : 09.11.2018Pagina:6/16

YaraBela SULFANvalutazione dell'esposizione ad agenti chimici e biologici)Norma europea EN 482 (Atmosfere nell'ambiente di lavoro Requisiti generali per la prestazione di procedure per lamisurazione di agenti chimici)Si dovrà inoltre fare riferimento ai documenti nazionali diorientamento sui metodi per la determinazione delle sostanzepericolose.DNEL/DMELNome delprodotto/ingredientenitrato ELA lungotermineCutaneoA lungotermineInalazione21,3 mg/kgbw/giornoLavoratoriSistemico37,6 mg/m³LavoratoriSistemicoDettagliometodoFattori divalutazioneFattori divalutazioneFattori divalutazioneFattori divalutazioneDNELPNECNome delprodotto/ingredientenitrato di ammonioTipoDettaglio ambienteValorePNECAcqua fresca0,45 mg/lPNECAcqua di mare0,045 mg/lPNECRilascio intermittente4,5 mg/lPNECImpianto trattamentoacque reflue18 mg/l8.2 Controlli dell'esposizioneControlli tecnici idonei:Misure di protezione individualeMisure igieniche:Protezione degli occhi/delvoltoProtezione della pelleProtezione delle maniData di edizione : 09.11.2018Una buona ventilazione generale dovrebbe essere sufficienteper controllare l'esposizione degli operatori ad inquinantiatmosferici.Deve essere presente un impianto di lavaggio odell'acqua per la pulizia di occhi e pelle. Prima dimangiare, fumare e usare il bagno e alla fine del periodolavorativo, lavarsi accuratamente le mani, le braccia e lafaccia dopo aver manipolato prodotti chimici. Lavare gliindumenti contaminati prima di riutilizzarli.:Occhiali di sicurezza conformi agli standard approvatidevono essere usati quando la valutazione di un rischione indica la necessità per evitare esposizione a schizzi diliquidi, spruzzi, gas o polveri.:Guanti resistenti ad agenti chimici ed impermeabiliconformi agli standard approvati devono essere sempreusati quando vengono manipolati prodotti chimici se lavalutazione del rischio ne indica la necessità. Perapplicazioni generiche, consigliamo i guanti con unospessore maggiore di 0,35 mm. È opportuno sottolinearePagina:7/16

YaraBela SULFANche lo spessore del guanto non necessariamente neindica la resistenza a una specifica sostanza chimica,poiché l'efficienza di permeazione del guanto dipendedalla composizione esatta del materiale in cui è realizzato.Dispositivo di protezione delcorpo:Tuta da lavoro che ricopre completamente il corpo.Altri dispositivi di protezionedella pelle:Scegliere opportune calzature ed eventuali misuresupplementari di protezione della pelle in base all'attivitàche viene svolta e ai rischi insiti. Tali scelte devono essereapprovate da uno specialista prima della manipolazione diquesto prodotto.Protezione respiratoria:In caso di ventilazione insufficiente utilizzare unapparecchio respiratorio.Controlli dell'esposizioneambientale:Le emissioni da apparecchiature di ventilazione o daprocessi lavorativi dovrebbero essere controllate perassicurarsi che siano in conformità con le prescrizionidella legislazione sulla protezione ambientale.In alcuni casi, sarà necessario eseguire il lavaggio deifumi, aggiungere filtri o apportare modifiche tecniche alleapparecchiature di processo per ridurre l'emissione alivelli accettabili.SEZIONE 9: proprietà fisiche e chimiche9.1 Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentaliAspettoStato fisicoColoreOdoreSoglia olfattivapH:::::solido (Granulato)Beige.Inodore.Non determinato.7 [Conc. (% w/w): 10 g/l]Punto di fusione/punto dicongelamentoPunto di ebollizione iniziale eintervallo di ebollizionePunto di infiammabilitàVelocità di evaporazioneInfiammabilità (solidi, gas):Si decompone: 170 C:Non determinato:::Non determinatoNon determinatoNon infiammabile.Limiti superiori/inferiori diinfiammabilità o di esplosivitàTensione di vaporeDensità di vaporeDensità relativaDensità apparenteCoefficiente di ripartizione: nottanolo/acquaTemperatura diautoaccensioneViscosità::::::Inferiore: Non determinatoSuperiore: Non determinatoNon determinatoNon determinatoNon determinatoNon determinatoNon determinato:Non determinato:Proprietà esplosive:Dinamica: Non determinato.Cinematico:Non determinato.Non esplosivo.Data di edizione : 09.11.2018Pagina:8/16

YaraBela SULFANProprietà ossidanti:Nessuno9.2 Altre informazioniSolubilità in acqua: 1.000 g/l @ 25 CNessuna informazione aggiuntiva.SEZIONE 10: stabilità e reattività10.1 Reattività:Non sono disponibili dati sperimentali specifici relativi allareattività per questo prodotto o i suoi ingredienti.10.2 Stabilità chimica:Il prodotto è stabile.10.3 Possibilità di reazionipericolose:Nelle normali condizioni di stoccaggio e utilizzo, non siverificano reazioni pericolose.10.4 Condizioni da evitare:Evitare la contaminazione da qualsiasi sorgente inclusimetalli, polvere e materiali organici.10.5 Materiali incompatibili:alcalimateriali combustibilimateriali riducentimateriale organicoAcidi10.6 Prodotti didecomposizione pericolosi:In normali condizioni di stoccaggio e utilizzo, nondovrebbero essere generati prodotti di decomposizionepericolosi.SEZIONE 11: informazioni tossicologiche11.1 Informazioni sugli effetti tossicologiciTossicità acutaNome delRisultatoprodotto/ingredientenitrato di ammonioDL50 osizioneRiferimentiRatto2.950 mg/kgOECD 401 5.000 mg/kgOECD 402Nonapplicabile.Nonapplicabile.IUCLIDRatto:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.Irritazione/CorrosioneNome delprodotto/ingredienteYaraBela oneRiferimentiOcchi Nonirritante.Coniglio 11 - 48 h14 giorniFertilizersEuropeData di edizione : 09.11.2018Pagina:9/16

YaraBela SULFANnitrato di ammonioOECD405Occhi OcchiVie respiratorieNonapplicabile.Nonapplicabile.:::Non irritante.Non irritante.Non irritante.::Non provoca sensibilizzazioneNon provoca sensibilizzazione:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.:Non sono noti effetti significativi o pericoli goPelleVie erogenicitàConclusione/RiepilogoTossicità per la riproduzioneNome delprodotto/ingredientenitrato �Tossico perlo gativoRattoOrale : 1500mg/kgbw/giornoOECD42228 giorniIUCLID 5Conclusione/Riepilogo:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.Informazioni sulle vie probabilidi esposizione:Non disponibile.Effetti potenziali acuti sulla saluteInalazione:L'esposizione ai prodotti di decomposizione può esserepericolosa per la salute. A seguito dell'esposizione sipossono verificare effetti gravi ritardati.Ingestione:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.Contatto con la pelle:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.Contatto con gli occhi:Non sono noti effetti significativi o pericoli critici.Sintomi connessi alle caratteristiche fisiche, chimiche e tossicologicheInalazioneData di edizione : 09.11.2018:Nessun dato specifico.Pagina:10/16

YaraBela SULFANIngestione:Nessun dato specifico.Contatto con la pelle:Nessun dato specifico.Contatto con gli occhi:Nessun dato specifico.Effetti immediati, ritardati ed effetti cronici derivanti da esposizioni a breve e a lungo termineEsposizione a breve terminePotenziali effetti immediati: Controindicazioni per la salute sono da considerarsiimprobabili qualora il prodotto sia manip

1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57 Codice di Avviamento Postale : 20159 Citta' : Milano Paese : Italia Numero di telefono : 39 02 754 161 Fax no. : 39 02 754 16 201 Indirizzo e-mail della persona responsabile della scheda dati di sicurezza

Related Documents:

SCHEDA DI SICUREZZA conforme al regolamento (CE) n 453/2010 Uso Odontoiatrico Data di emissione : 02/03/2006 N. scheda di sicurezza : 39-001.11 - IT Data di revisione : 07/07/2016 N. di revisione : 10 Ultra-Blend Plus . 15.1. Normative/legislazione sulla salute, la sicurezza e l’ambiente specifiche per la sostanza o la miscela

Il prodotto pertanto richiede una scheda dati di sicurezza conforme alle disposizioni del Regolamento (CE) 1907/2006 e successive modifiche. Eventuali informazioni aggiuntive riguardanti i rischi per la salute e/o l'ambiente sono riportate alle sez. 11 e 12 della presente scheda.

Scheda di sicurezza PEROX 02120010 – 02120020 – 02120050 – 02120200 – 02121000/5 Pagina n. 1 di 10 Registrazione Ministero della Salute N 19829 Scheda di sicurezza del 16/3/2020, revisione 5 SEZIONE 1: identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Identificazione della miscela:

Distribuzione industriale. Uso industriale per la formulazione di preparati di prodotti fertilizzanti. Formulazione professionale di prodotti fertilizzanti. . 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57

Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Prodotti chimici agrari 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Produttore/Fornitore : SIPCAM ITALIA - VIA VITTORIO VENETO,81 - 26857 SALERANO SUL LAMBRO (LO) TEL: 0371-5961 - FAX 0371-71408 1.4 Numero telefonico di emergenza: Emergency phone: 39 0371 5961 (24/24h)

Pag. 1 di 9 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA . Indossare i dispositivi di protezione per prodotti liquidi: tuta da lavoro, guanti di gomma resistenti ai prodotti chimici, maschera con filtri combinati per polveri e vapori organici, stivali di gomma. . Evitare la distribuzione di polvere nell’ambiente

Distribuzione industriale. Uso industriale per formulazione di preparati chimici. Formulazione professionale di prodotti fertilizzanti. . 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57

A02 x 2 One mark for the purpose, which is not simply a tautology, and one for development. e.g. The Profit and Loss Account shows the profit or loss of FSC over a given period of time e.g. 3 months, 1 year, etc. (1) It describes how the profit or loss arose – e.g. categorising costs between cost of sales and operating costs/it shows both revenues and costs (1) (1 1) (2) 3(b) AO2 x 2 The .