Scheda Di Dati Di Sicurezza

3y ago
30 Views
2 Downloads
250.72 KB
13 Pages
Last View : 5d ago
Last Download : 5m ago
Upload by : Hayden Brunner
Transcription

SPRINTCHIMICA S.P.A.Revisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 1 / 13ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMAITScheda di Dati di SicurezzaSEZIONE 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa1.1. Identificatore del prodottoCodice:DenominazioneNome chimico e sinonimiNumero INDEXNumero CENumero CASNumero Registrazioneaqpurge12ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMAOLIO DI 456-451.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliatiDescrizione/UtilizzoUsi IdentificatiESSENZA DI TREMENTINAi.IndustrialiERC: 1, 2, 4, 5, 7.PROC: 1, 10, 13, 14,15, 19, 2, 21, 24, 3, 4, 5,7, 8a, 8b, 9.ProfessionaliERC: 10b, 11b, 8a, 8c,8d, 8f, 9a, 9b.PROC: 1, 10, 11, 13, 15,19, 2, 21, 24, 4, 5, 7, 8a,8b.Consumo-In ambito industriale-Uso come intermedio-Formulazione di miscele-Distribuzione della sostanza-Miscelazione di prodotti profumati-Formulazione di prodotti profumati-Uso di prodotti profumati-Formulazione di rivestimenti ed inchiostri-Uso di rivestimenti ed inchiostri-Attività ausiliarie nell’applicazione di rivestimenti (svernicianti chimici)-Formulazione di solventi-Uso di solventi-Formulazione di adesivi e sigillanti-Uso di adesivi e sigillantiIn ambito professionale-Formulazione di prodotti profumati-Uso in prodotti profumati-Uso di rivestimenti ed inchiostri-Attività ausiliarie nell’applicazione di rivestimenti (svernicianti chimici)-Uso di solventi-Uso di adesivi e sigillantiPer i consumatori-Uso di prodotti profumati-Uso di rivestimenti e inchiostri-Attività ausiliarie nell’applicazione di rivestimenti (svernicianti chimici)-Uso di solventi.Uso di adesivi e sigillanti1.3. Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezzaRagione SocialeIndirizzoLocalità e Statoe-mail della persona competente,responsabile della scheda dati di sicurezzaSPRINTCHIMICA S.P.A.Piazza Vivaldi 3/4/550065 PONTASSIEVE-LOC. SIECIITALIAtel.055 / 8328221- 8309116fax055 / 8363722(FI)sds@sprintchimica.itEPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMASEZIONE 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresaResp. dell'immissione sul mercato:ITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 2 / 13. / Sprintchimica s.p.a.1.4. Numero telefonico di emergenzaPer informazioni urgenti rivolgersi aNumeri telefonici dei principali Centri Antiveleni italiani (attivi 24/24 ore)Centro Antiveleni di Pavia 0382 24444 (CAV IRCCS Fondazione Maugeri - Pavia)Centro Antiveleni di Milano 02 66101029 (CAV Ospedale Niguarda Ca’ Granda Milano)Centro Antiveleni di Bergamo 800 883300 (CAV Ospedali Riuniti - Bergamo)Centro Antiveleni di Firenze 055 7947819 (CAV Ospedale Careggi - Firenze)Centro Antiveleni di Roma 06 3054343 (CAV Policlinico Gemelli - Roma)Centro Antiveleni di Roma 06 49978000 (CAV Policlinico Umberto I - Roma)Centro Antiveleni di Napoli 081 7472870 (CAV Ospedale Cardarelli - Napoli)Emergenza (consulenza tecnica) ore ufficio: 8-13: 14-18 Tel:055/8328221-8309116SEZIONE 2. Identificazione dei pericoli.2.1. Classificazione della sostanza o della miscela.Il prodotto è classificato pericoloso ai sensi delle disposizioni di cui al Regolamento (CE) 1272/2008 (CLP) (e successive modifiche edadeguamenti). Il prodotto pertanto richiede una scheda dati di sicurezza conforme alle disposizioni del Regolamento (CE) 1907/2006 esuccessive modifiche.Eventuali informazioni aggiuntive riguardanti i rischi per la salute e/o l'ambiente sono riportate alle sez. 11 e 12 della presente scheda.Classificazione e indicazioni di pericolo:Liquido infiammabile, categoria 3Tossicità acuta, categoria 4Tossicità acuta, categoria 4Tossicità acuta, categoria 4Pericolo in caso di aspirazione, categoria 1Irritazione oculare, categoria 2Irritazione cutanea, categoria 2Sensibilizzazione cutanea, categoria 1Pericoloso per l’ambiente acquatico, tossicità cronica,categoria 2H226H302H312H332H304H319H315H317H411Liquido e vapori infiammabili.Nocivo se ingerito.Nocivo per contatto con la pelle.Nocivo se inalato.Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazionenelle vie respiratorie.Provoca grave irritazione oculare.Provoca irritazione cutanea.Può provocare una reazione allergica cutanea.Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lungadurata.2.2. Elementi dell’etichetta.Etichettatura di pericolo ai sensi del Regolamento (CE) 1272/2008 (CLP) e successive modifiche ed adeguamenti.Pittogrammi di pericolo:Avvertenze:PericoloIndicazioni di do e vapori infiammabili.Nocivo se ingerito.Nocivo per contatto con la pelle.Nocivo se inalato.Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie.Provoca grave irritazione oculare.Provoca irritazione cutanea.Può provocare una reazione allergica cutanea.Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.Consigli di prudenza:P101P102In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l'etichetta del prodotto.Tenere fuori dalla portata dei bambini.EPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMASEZIONE 2. Identificazione dei pericoli.ITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 3 / 13. / P210P271P280P301 P312P501Tenere lontano da fonti di calore, superfici calde, scintille, fiamme libere o altre fonti di accensione. Non fumare.Utilizzare soltanto all’aperto o in luogo ben ventilato.Indossare guanti / indumenti protettivi / proteggere gli occhi / il viso.IN CASO DI INGESTIONE: contattare un CENTRO ANTIVELENI / un medico in caso di malessere.Smaltire il prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione localeContiene:OLIO DI TREMENTINAINDEX.650-002-00-62.3. Altri pericoli.In base ai dati disponibili, il prodotto non contiene sostanze PBT o vPvB in percentuale superiore a 0,1%.SEZIONE 3. Composizione/informazioni sugli ingredienti.3.1. Sostanze.Contiene:Identificazione.Conc. %.OLIO DI TREMENTINACAS.8006-64-2100Classificazione 1272/2008 (CLP).Flam. Liq. 3 H226, Acute Tox. 4 H302, Acute Tox. 4 H312, Acute Tox. 4 H332,Asp. Tox. 1 H304, Eye Irrit. 2 H319, Skin Irrit. 2 H315, Skin Sens. 1 H317,Aquatic Chronic 2 H411CE.232-350-7INDEX. 650-002-00-6Nr. Reg. 01-2119502456-45Il testo completo delle indicazioni di pericolo (H) è riportato alla sezione 16 della scheda.3.2. Miscele.Informazione non pertinente.SEZIONE 4. Misure di primo soccorso.4.1. Descrizione delle misure di primo soccorso.OCCHI: Eliminare eventuali lenti a contatto. Lavarsi immediatamente ed abbondantemente con acqua per almeno 15 minuti, aprendobene le palpebre. Consultare un medico se il problema persiste.PELLE: Togliersi di dosso gli abiti contaminati. Farsi immediatamente la doccia. Chiamare subito un medico. Lavare gli indumenticontaminati prima di riutilizzarli.INALAZIONE: Portare il soggetto all'aria aperta. Se la respirazione cessa, praticare la respirazione artificiale. Chiamare subito unmedico.INGESTIONE: Chiamare subito un medico. Non indurre il vomito. Non somministrare nulla che non sia espressamente autorizzato dalmedico.4.2. Principali sintomi ed effetti, sia acuti che ritardati.Per sintomi ed effetti dovuti alle sostanze contenute, vedere al cap. 11.4.3. Indicazione dell’eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e trattamenti speciali.Informazioni non disponibili.SEZIONE 5. Misure antincendio.5.1. Mezzi di estinzione.MEZZI DI ESTINZIONE IDONEII mezzi di estinzione sono: anidride carbonica, schiuma, polvere chimica. Per le perdite e gli sversamenti del prodotto che non si sonoincendiati, l'acqua nebulizzata può essere utilizzata per disperdere i vapori infiammabili e proteggere le persone impegnate a fermare laperdita.MEZZI DI ESTINZIONE NON IDONEINon usare getti d'acqua. L'acqua non è efficace per estinguere l'incendio tuttavia può essere utilizzata per raffreddare i contenitori chiusiesposti alla fiamma prevenendo scoppi ed esplosioni.EPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMAITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 4 / 13SEZIONE 5. Misure antincendio. . / 5.2. Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela.PERICOLI DOVUTI ALL'ESPOSIZIONE IN CASO DI INCENDIOSi può creare sovrapressione nei contenitori esposti al fuoco con pericolo di esplosione. Evitare di respirare i prodotti di combustione.5.3. Raccomandazioni per gli addetti all’estinzione degli incendi.INFORMAZIONI GENERALIRaffreddare con getti d'acqua i contenitori per evitare la decomposizione del prodotto e lo sviluppo di sostanze potenzialmentepericolose per la salute. Indossare sempre l'equipaggiamento completo di protezione antincendio. Raccogliere le acque di spegnimentoche non devono essere scaricate nelle fognature. Smaltire l'acqua contaminata usata per l'estinzione ed il residuo dell'incendio secondole norme vigenti.EQUIPAGGIAMENTOIndumenti normali per la lotta al fuoco, come un autorespiratore ad aria compressa a circuito aperto (EN 137), completo antifiamma(EN469), guanti antifiamma (EN 659) e stivali per Vigili del Fuoco (HO A29 oppure A30).SEZIONE 6. Misure in caso di rilascio accidentale.6.1. Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza.Bloccare la perdita se non c'è pericolo.Indossare adeguati dispositivi di protezione (compresi i dispositivi di protezione individuale di cui alla sezione 8 della scheda dati disicurezza) onde prevenire contaminazioni della pelle, degli occhi e degli indumenti personali. Queste indicazioni sono valide sia per gliaddetti alle lavorazioni che per gli interventi in emergenza.6.2. Precauzioni ambientali.Impedire che il prodotto penetri nelle fognature, nelle acque superficiali, nelle falde freatiche.6.3. Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica.Aspirare il prodotto fuoriuscito in recipiente idoneo. Valutare la compatibilità del recipiente da utilizzare con il prodotto, verificando lasezione 10. Assorbire il rimanente con materiale assorbente inerte.Provvedere ad una sufficiente areazione del luogo interessato dalla perdita. Verificare le eventuali incompatibilità per il materiale deicontenitori in sezione 7. Lo smaltimento del materiale contaminato deve essere effettuato conformemente alle disposizioni del punto 13.6.4. Riferimento ad altre sezioni.Eventuali informazioni riguardanti la protezione individuale e lo smaltimento sono riportate alle sezioni 8 e 13.SEZIONE 7. Manipolazione e immagazzinamento.7.1. Precauzioni per la manipolazione sicura.Tenere lontano da calore, scintille e fiamme libere, non fumare né usare fiammiferi o accendini. Senza adeguata ventilazione, i vaporipossono accumularsi al suolo ed incendiarsi anche a distanza, se innescati, con pericolo di ritorno di fiamma. Evitare l'accumulo dicariche elettrostatiche. Non mangiare, nè bere, nè fumare durante l'impiego. Togliere gli indumenti contaminati e i dispositivi diprotezione prima di accedere alle zone in cui si mangia. Evitare la dispersione del prodotto nell'ambiente.7.2. Condizioni per l’immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità.Conservare solo nel contenitore originale. Conservare in luogo fresco e ben ventilato, lontano da fonti di calore, fiamme libere, scintilleed altre sorgenti di accensione. Conservare i contenitori lontano da eventuali materiali incompatibili, verificando la sezione 10.7.3. Usi finali particolari.Informazioni non disponibili.SEZIONE 8. Controllo dell’esposizione/protezione individuale.8.1. Parametri di controllo.Riferimenti Normativi:BELFRAGRBGRCIRLLTUBelgiqueFranceUnited R du 11/3/2002. La liste est mise à jour pour 2010JORF n 0109 du 10 mai 2012 page 8773 texte n 102EH40/2005 Workplace exposure limitsΕΦΗΜΕΡΙΣ ΤΗΣ ΚΥΒΕΡΝΗΣΕΩΣ -ΤΕΥΧΟΣ ΠΡΩΤΟ Αρ. Φύλλου 19 - 9 Φεβρουαρίου 2012Code of Practice Chemical Agent Regulations 2011DĖL LIETUVOS HIGIENOS NORMOS HN 23:2007 CHEMINIŲ MEDŽIAGŲ 2007 m. spalio 15 d.Nr. V-827/A1-287ROZPORZĄDZENIE MINISTRA PRACY I POLITYKI SPOŁECZNEJ z dnia 16 grudnia 2011rACGIH 2014EPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMASEZIONE 8. Controllo dell’esposizione/protezione individuale.ITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 5 / 13. / OLIO DI TREMENTINAValore limite di 120Concentrazione prevista di non effetto sull’ambiente - PNEC.Valore di riferimento in acqua dolceValore di riferimento in acqua marinaValore di riferimento per sedimenti in acqua dolceValore di riferimento per sedimenti in acqua marinaValore di riferimento per i microorganismi STPValore di riferimento per il compartimento terrestreSalute - Livello derivato di non effetto - DNEL / DMELEffetti sui consumatori.Via di ronici0,57mg/kg bw/d1,06mg/m3Effetti sui lavoratoriLocali acuti w/dLegenda:(C) CEILING ; INALAB Frazione Inalabile ; RESPIR Frazione Respirabile ; TORAC Frazione Toracica.VND pericolo identificato ma nessun DNEL/PNEC disponibile;NEA nessuna esposizione prevista ; NPI nessun pericoloidentificato.8.2. Controlli dell’esposizione.Considerato che l'utilizzo di misure tecniche adeguate dovrebbe sempre avere la priorità rispetto agli equipaggiamenti di protezionepersonali, assicurare una buona ventilazione nel luogo di lavoro tramite un'efficace aspirazione locale. I dispositivi di protezioneindividuali devono riportare la mercatura CE che attesta la loro conformità alle norme vigenti.Per la scelta delle misure di gestione del rischio e le condizioni operative, consultare anche gli scenari espositivi allegati.Prevedere doccia di emergenza con vaschetta visoculare.PROTEZIONE DELLE MANIProteggere le mani con guanti da lavoro di categoria III (rif. norma EN 374).Per la scelta definitiva del materiale dei guanti da lavoro si devono considerare: compatibilità, degradazione, tempo di rottura epermeazione.Nel caso di preparati la resistenza dei guanti da lavoro agli agenti chimici deve essere verificata prima dell'utilizzo in quanto nonprevedibile. I guanti hanno un tempo di usura che dipende dalla durata e dalla modalità d’uso.PROTEZIONE DELLA PELLEIndossare abiti da lavoro con maniche lunghe e calzature di sicurezza per uso professionale di categoria II (rif. Direttiva 89/686/CEE enorma EN ISO 20344). Lavarsi con acqua e sapone dopo aver rimosso gli indumenti protettivi.Valutare l’opportunità di fornire indumenti antistatici nel caso l’ambiente di lavoro presenti un rischio di esplosività.PROTEZIONE DEGLI OCCHISi consiglia di indossare occhiali protettivi ermetici (rif. norma EN 166).Qualora vi fosse il rischio di essere esposti a schizzi o spruzzi in relazione alle lavorazioni svolte, occorre prevedere un’adeguataprotezione delle mucose (bocca, naso, occhi) al fine di evitare assorbimenti accidentali.PROTEZIONE RESPIRATORIAIn caso di superamento del valore di soglia (es. TLV-TWA) della sostanza o di una o più delle sostanze presenti nel prodotto, si consigliadi indossare una maschera con filtro di tipo A la cui classe (1, 2 o 3) dovrà essere scelta in relazione alla concentrazione limite di utilizzo.(rif. norma EN 14387). Nel caso fossero presenti gas o vapori di natura diversa e/o gas o vapori con particelle (aerosol, fumi, nebbie,ecc.) occorre prevedere filtri di tipo combinato.L’utilizzo di mezzi di protezione delle vie respiratorie è necessario in caso le misure tecniche adottate non siano sufficienti per limitarel’esposizione del lavoratore ai valori di soglia presi in considerazione. La protezione offerta dalle maschere è comunque limitata.Nel caso in cui la sostanza considerata sia inodore o la sua soglia olfattiva sia superiore al relativo TLV-TWA e in caso di emergenza,indossare un autorespiratore ad aria compressa a circuito aperto (rif. norma EN 137) oppure un respiratore a presa d'aria esterna (rif.norma EN 138). Per la corretta scelta del dispositivo di protezione delle vie respiratorie, fare riferimento alla norma EN 529.EPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMASEZIONE 8. Controllo dell’esposizione/protezione individuale.ITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 6 / 13. / CONTROLLI DELL’ESPOSIZIONE AMBIENTALE.Le emissioni da processi produttivi, comprese quelle da apparecchiature di ventilazione dovrebbero essere controllate ai fini del rispettodella normativa di tutela ambientale.I residui del prodotto non devono essere scaricati senza controllo nelle acque di scarico o nei corsi d’acqua.Per le informazioni sul controllo dell’esposizione ambientale fare riferimento agli scenari espositivi allegati alla presente scheda dati disicurezza.SEZIONE 9. Proprietà fisiche e chimiche.9.1. Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali.Stato FisicoliquidoColoreincoloreOdoreTIPICO (di pino)Soglia olfattiva.100 ppmpH.Non disponibile.Punto di fusione o di congelamento.-55 C.Punto di ebollizione iniziale.Non disponibile.Intervallo di ebollizione.145 -170 Punto di infiammabilità.34 C.Tasso di evaporazioneNon disponibile.Infiammabilità di solidi e gasNon disponibile.Limite inferiore infiammabilità.0,8% (V/V).Limite superiore infiammabilità.6% (V/V).Limite inferiore esplosività.Non disponibile.Limite superiore esplosività.Non disponibile.Tensione di vapore.Non disponibile.Densità Vapori4,2Densità relativa.0,860 Kg/lSolubilitàNon disponibile.Coefficiente di ripartizione: n-ottanolo/acqua:4,49Temperatura di autoaccensione.253 C.Temperatura di decomposizione.Non disponibile.Viscosità1,30 mPa s a 25 CProprietà esplosiveNon esplosivoProprietà ossidantiNessuna proprietà ossidante9.2. Altre informazioni.Peso molecolare.136,000VOC (Direttiva 1999/13/CE) :100,00 % - 860,00g/litro.VOC (carbonio volatile) :88,24 % - ileLiposolubilitàNei comuni solventi organiciSEZIONE 10. Stabilità e reattività.10.1. Reattività.Non vi sono particolari pericoli di reazione con altre sostanze nelle normali condizioni di impiego.10.2. Stabilità chimica.Il prodotto è stabile nelle normali condizioni di impiego e di stoccaggio.10.3. Possibilità di reazioni pericolose.I vapori possono formare miscele esplosive con l'aria.10.4. Condizioni da evitare.Evitare il surriscaldamento. Evitare l'accumulo di cariche elettrostatiche. Evitare qualunque fonte di accensione.10.5. Materiali incompatibili.Informazioni non disponibili.10.6. Prodotti di decomposizione pericolosi.Per decomposizione termica o in caso di incendio si possono liberare gas e vapori potenzialmente dannosi alla salute.EPY 9.1.5 - SDS 1003

SPRINTCHIMICA S.P.A.ACQUARAGIA VEGETALE PURA GEMMAITRevisione n.25Data revisione 14/09/2015Stampata il 14/09/2015Pagina n. 7 / 13SEZIONE 11. Informazioni tossicologiche.11.1. Informazioni sugli effetti tossicologici.Effetti acuti: il prodotto è nocivo se ingerito e anche minime quantità ingerite possono provocare notevoli disturbi alla salute (doloreaddominale, nausea, vomito, diarrea).Effetti acuti: il prodotto è nocivo se assorbito attraverso la cute e può provocare irritazione sul sito di contatto accompagnata in genereda un aumento della temperatura cutanea, gonfiore, prurito.Effetti acuti: il prodotto è nocivo se inalato. I sintomi di esposizione possono comprendere: bruciore ed irritazione agli occhi, alla bocca,al naso e alla gola, tosse, difficoltà respiratoria, vertigini, cefalea, nausea e vomito. Nei casi più gravi l'inalazione del prodotto puòprovocare infiammazione ed edema della laringe e dei bronchi, polmonite chimica ed edema polmonare.L'introduzione anche di pic

Il prodotto pertanto richiede una scheda dati di sicurezza conforme alle disposizioni del Regolamento (CE) 1907/2006 e successive modifiche. Eventuali informazioni aggiuntive riguardanti i rischi per la salute e/o l'ambiente sono riportate alle sez. 11 e 12 della presente scheda.

Related Documents:

1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57 Codice di Avviamento Postale : 20159 Citta' : Milano Paese : Italia Numero di telefono : 39 02 754 161 Fax no. : 39 02 754 16 201 Indirizzo e-mail della persona responsabile della scheda dati di sicurezza

SCHEDA DI SICUREZZA conforme al regolamento (CE) n 453/2010 Uso Odontoiatrico Data di emissione : 02/03/2006 N. scheda di sicurezza : 39-001.11 - IT Data di revisione : 07/07/2016 N. di revisione : 10 Ultra-Blend Plus . 15.1. Normative/legislazione sulla salute, la sicurezza e l’ambiente specifiche per la sostanza o la miscela

Scheda di sicurezza PEROX 02120010 – 02120020 – 02120050 – 02120200 – 02121000/5 Pagina n. 1 di 10 Registrazione Ministero della Salute N 19829 Scheda di sicurezza del 16/3/2020, revisione 5 SEZIONE 1: identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Identificazione della miscela:

Distribuzione industriale. Uso industriale per la formulazione di preparati di prodotti fertilizzanti. Formulazione professionale di prodotti fertilizzanti. . 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57

Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Prodotti chimici agrari 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Produttore/Fornitore : SIPCAM ITALIA - VIA VITTORIO VENETO,81 - 26857 SALERANO SUL LAMBRO (LO) TEL: 0371-5961 - FAX 0371-71408 1.4 Numero telefonico di emergenza: Emergency phone: 39 0371 5961 (24/24h)

Pag. 1 di 9 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA . Indossare i dispositivi di protezione per prodotti liquidi: tuta da lavoro, guanti di gomma resistenti ai prodotti chimici, maschera con filtri combinati per polveri e vapori organici, stivali di gomma. . Evitare la distribuzione di polvere nell’ambiente

Distribuzione industriale. Uso industriale per formulazione di preparati chimici. Formulazione professionale di prodotti fertilizzanti. . 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Yara Italia SpA Indirizzo Via : Via Benigno Crespi 57

N. Sharma, M. P. Rai* Amity Institute of Biotechnology (J-3 block), Amity University Uttar Pradesh, Sector-125, Noida, India A B S T R A C T P A P E R I N F O Media requirement for microalgae cultivation adds most to the cost of biodiesel production at Paper history: Received 30 July 2015 Accepted in revised form 6 September 2015 Keywords: - Chlorella pyrenoidosa Cattle waste Lipid content .